REGOLAMENTO

Regolamento tecnico
TORNEO PLAYGROUND 3vs3 VOLPAGO DEL M.LLO

REGOLAMENTO TECNICO

Le partite si giocano su campi ad un canestro.
Le squadre sono composte da 3 giocatori/giocatrici più 1 cambio.
Le squadre si devono presentare al campo di gioco, in seguito a chiamata da parte dell'Organizzazione entro e non oltre cinque minuti dalla chiamata, pena la sconfitta a tavolino con il punteggio di 10 a 0.
Vince la squadra che per prima segna il 21° punto (canestro segnato o punto assegnato attraverso il bonus), con un distacco di almeno 4 punti sulla squadra avversaria. Entro il tempo massimo di 20 minuti continuati (solo l'eventuale ultimo minuto è effettivo) vince comunque la squadra che è in vantaggio anche di 1 solo punto. Se al termine dei 20 minuti il punteggio è in perfetta parità, verrà giocato un tempo supplementare della durata di 1 minuto effettivo, che dovrà essere interamente disputato e che darà la vittoria alla squadra in vantaggio anche di un solo punto.
Durante il Time Out il tempo verrà fermato dagli addetti al tavolo.
In caso di partita al limite di tempo, il tavolo avviserà allo scoccare del 18° e del 19° minuto di gara.
Non si può difendere a zona, tranne in caso di inferiorità numerica. Al secondo avvertimento di difesa illegale incluso, e seguenti, verrà assegnato un punto per la squadra in attacco, con rimessa in gioco per la squadra in attacco.
Ogni azione deve concludersi entro 20 secondi, conteggiati dall'arbitro che ad alta voce segnalerà quando rimangono 5 secondi per andare al tiro.
Le sostituzioni sono consentite in numero illimitato e possono essere richieste in ogni momento in cui non sia in atto un'azione di gioco.
Non sono consentite sospensioni tranne per Time Out chiamato dalle squadre e Time Out Tecnico chiamato dall’arbitro.
L'arbitro può decidere di accordare una breve interruzione del gioco ("time out tecnico") in caso di infortunio di uno o più giocatori, senza obbligo di sostituzione. In questo caso il tempo viene fermato.
Il possesso iniziale è stabilito dai due capitani alla presenza dell'arbitro, col lancio di una moneta.
La partita ha inizio con una rimessa dal lato opposto al canestro.
Non esiste la regola dei tre secondi in area.
Non esiste il tiro da 3 punti.
Non vengono conteggiati i falli personali.
Dopo il 4° fallo di squadra, (dal 5 fallo commesso in poi) verrà assegnato un punto alla squadra che ha subito il fallo, con rimessa in gioco da parte della squadra che ha subito il fallo.
In caso di canestro e fallo, è valido il canestro, viene addebitato il fallo (ed il punto aggiuntivo in caso di bonus esaurito) e si riprende con rimessa in gioco da parte della squadra che ha subito il canestro.
Il fallo in attacco è conteggiato nei falli di squadra, ma non dà diritto al punto aggiuntivo in caso di bonus.

I falli saranno fischiati direttamente dall'arbitro.
Dopo ogni rimbalzo difensivo, o intercetto da parte della difesa, o palla rubata dalla difesa o in seguito ad un possesso non chiaro, la palla deve uscire, con passaggio o palleggio, dall'area.
Dopo ogni canestro si riprende con rimessa dal fondo, non amministrata dall'arbitro, da parte della squadra che ha subito il canestro con l'obbligo di uscire dall'area.
Le rimesse in gioco devono essere effettuate dal punto dove è uscita la palla, senza l'obbligo per l'arbitro di amministrare le stesse.
Se la squadra che effettua la rimessa in gioco ha mantenuto il possesso precedente, non è necessario far uscire la palla dall'area.
Per ogni altra situazione di gioco vale il regolamento federale.